Priorità: sradicare la povertà e trovare un lavoro per tutti!

xin_072020516072051517201I dibattiti fra gli accademici e i militanti di sinistra occidentali sono spesso lontani dalle difficili realtà concreta cui è immersa la Cina. Si tende così a scordarsi che l’immenso paese asiatico ancora 82,5 milioni di persone soffrono di uno stato di povertà e che dunque sradicare la stessa è la priorità numero uno del Partito Comunista Cinese, ben più che l’affermazione rapida del comunismo. In questo senso il governo di Pechino ha comunicato che una crescita “solo” del 7,3% o del 7,2% è inserita entro un rango ancora accettabilissimo, poiché la priorità numero uno oggi è l’impiego da trovare a tutti le persone attive: 7,27 milioni di neo-laureati riceveranno infatti un lavoro nel 2014 e si calcola che altre 10 milioni di persone riusciranno a uscire da una condizione di povertà.