Ap e Vaticano:”Lotta per le investiture”

Liu Bainian, vice presidente dell'Ap ed il Vaticano in lotta

Si parla poco della grande associazione patriottica cinese (AP)le poche informazioni che giungono a noi sono perlopiù modificate o strumentalizzate con lo scopo di screditare una chiesa popolare che ha scelto liberamente di seguire il proprio credo senza sottostare all’influenza, troppo spesso opprimente, della Curia romana.

L’AP, in piena coerenza con il principio adottato dalla Repubblica Popolare Cinese di essere un paese libero ed indipendente, ha scelto di seguire il proprio percorso fideistico cristiano disconoscendo nel proprio paese la presunta autorità universale del Papa e delle gerarchie romane, che con la fede non c’entrano proprio nulla.

La Chiesa cattolica, da sempre, ha guardato con bramoso interesse verso la Cina, cercando in ogni modo, fin dai tempi del gesuita Matteo Ricci, di installare lucrose diocesi e funzionari episcopali al fine di portare la “vera fede” nel continente asiatico. Niente da dire verso quei missionari, che, realmente convinti dell’opera salvifica del proprio proselitismo religioso, hanno stretto legami con le popolazioni locali. Purtroppo, la loro utopia si dovette scontrare con i ben più materiali propositi del pontefice romano e del suo entourage, più propensi al controllo delle coscienze che alla “salvezza delle anime”.

Quando il Partito Comunista prese saldamente il potere, si accorse di come l’ingerenza da parte di uno “Stato” (perché proprio di Stato si parla) a conduzione teocratica potesse rendere vano lo sforzo di liberare i cinesi dalla superstizione e soprattutto da quell’influenza occidentale per cui il PCC ha lottato così strenuamente, emergendo vincitore.

Nasce quindi nel 1957, appunto, l’Associazione patriottica cattolica cinese, formata da liberi credenti cattolici, veri e propri fedeli volenterosi decisi a seguire il proprio credo nel proprio paese e senza doversi scontrare con l’incoerenza della Chiesa romana, che troppo spesso si è contraddetta con encicliche, bolle, concili nel corso della storia.

Inizia quindi la solita storia. Noi occidentali purtroppo l’abbiamo subita, ma ecco che le famose “lotte per le investiture” tra l’Imperatore germanico ed il pontefice romano si spostano in Cina, tra l’AP ed il Vaticano.

La Curia insiste ancora oggi nel pretendere, in base ad un non ben definito ruolo di supremazia religiosa, la nomina di propri vescovi da imporre alla popolazione cattolica cinese. I cattolici dell’AP però non li vogliono i vescovi di nomina romana, questo perché i vescovi locali vanno bene al popolo così come sono.

Si tratta comunque di vescovi preparati, adatti a svolgere le proprie funzioni in maniera coerente con la dottrina cristiana. L’unica “pecca”, è quella di non accettare l’ingerenza di un papa e di una gerarchia estranei alla cultura ed al popolo cinese, che da miglia e miglia di distanza pretendono di dettare legge.

ll Primo Ministro cinese Wen Jiabao appare risoluto riguardo i rapporti diplomatici tra il Vaticano ed il proprio paese : “il Vaticano deve riconoscere che c’è una sola Cina al mondo, e che non può interferire negli affari interni cinesi”.

Tale affermazione comprende naturalmente la questione dell’esistenza dell’Associazione patriottica, garante dell’indipendenza religiosa cinese.

Se il Vaticano vuole costruire rapporti con la Cina, deve rendersi conto che sono due i temi a cui deve piegarsi. La rottura dei legami con Taiwan e l’indipendenza religiosa in Cina.

La contesa si fa quindi più interessante e nel corso degli anni vedremo se la Cina sarà quella potenza mai esistita al mondo che metterà fine alla millenaria egemonia religiosa della Chiesa cattolica.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...